Agriturismo La Lucciolaia San Gimignano - Siena Bed Breakfast La Fornace di Racciano  San Gimignano - Siena Agriturismo Cesani San Gimignano - Siena Relais della Rovere hotel relais colle val d'elsa Siena Agriturismo Niccolai San Gimignano - Siena

Musei nel Chianti

I musei del chianti: Museo di Arte Sacra di Impruneta, Basilica di Santa Maria dell'Impruneta, Museo di San Casciano, Museo di Santa Maria sul Prato, Museo di Arte Sacra di Greve in Chianti


museo arte sacra imprunetaMuseo di Arte Sacra di Impruneta
Ubicato nelle sale attigue alla Basilica di Santa Maria, il museo e' suddiviso in tre sezioni principali che raccolgono i manoscritti miniati, le oreficerie, i paramenti sacri e altri arredi connessi alla storia della basilica, destinataria nel corso dei secoli di ricche donazioni, anche di provenienza granducale. La sezione degli argenti e' ospitata nella Sala Silvani, dove sono esposti preziosi oggetti di argenteria e oreficeria, molti dei quali raggruppati in serie omogenee. Fra i pezzi più significativi sono da segnalare: una croce astile in lamina d'argento parzialmente dorato e smaltato, attribuita a Lorenzo Ghiberti (1425 ca.); due paci d'argento attribuite ad Antonio di Salvi (1515); e il nucleo di oggetti in cristallo di rocca, quattro candelieri con portacroce e croce, donati alla Vergine dell'Impruneta da Cristina di Lorena nel 1633. Sulla parete sinistra della stessa sala si trova il bassorilievo quattrocentesco raffigurante Il ritrovamento dell'immagine della Madonna, che evoca l'episodio da cui ha tratto origine la devozione per la Madonna dell'Impruneta.
Nella sezione dei manoscritti sono conservati undici preziosi codici miniati, sette del XIV secolo e quattro del XV, fra cui: un Graduale attribuito a Lippo di Benivieni (1310-20 ca.); un Antifonario della metà del XIV secolo decorato da un miniatore influenzato dall'Orcagna; e tre manoscritti cinquecenteschi con miniature di Antonio di Girolamo. La sezione dedicata alle vesti liturgiche, di recente allestimento, è costituita da una collezione di paramenti sacri di grandissimo pregio, con pezzi unici, come le “mantelline” usate per la venerata immagine della Vergine.
Orario: Merc-Ven 10-13; Sab-Dom 10-13 / 16,30-20; Lun chiuso;
Martedi visite su prenotazione
Per informazioni: 055 2313729

Basilica di Santa Maria dell'ImprunetaBasilica di Santa Maria dell'Impruneta
La visita al museo non può prescindere
dalla visita alla basilica, che in occasione dei numerosi interventi di restauro e ristrutturazione avvenuti nel corso dei secoli, si è arricchita di importanti opere d'arte. Oltre alle terrecotte invetriate di Luca della Robbia, racchiuse nelle edicole michelozziane ai lati del presbiterio, è da segnalare un imporatante gruppo di dipinti seicenteschi, fra cui: La natività della Vergine del Passignano, Il martirio di San Sebastiano di Matteo Rosselli e La vocazione di San Pietro dell'Empoli.
Orario: invernale 7,30-11,30 / 16-18,30
estivo 7,30-11,30 / 16,30-19
Per informazioni: 055 2313729


Museo di San Casciano (ex museo d'arte sacra)
Il Museo di San Casciano vede la sua origine nella raccolta d’arte allestita fin dal 1989 nella chiesa di Santa Maria del Gesù. Il Museo d’arte sacra, creato per garantire la sicurezza delle opere un tempo sparse nel Vicariato di San Casciano, nel 2008 si è arricchito, grazie al recupero di alcune sale fino ad allora occupate da uffici amministrativi, di una sezione archeologica e di una sezione dedicata alle abitazioni primitive.
La scelta originaria di adibire a museo un luogo di culto, seppure officiato raramente, derivò da ragioni di ordine pratico e scientifico: la centralità nel tessuto urbano, la praticità dell’accesso, il mantenimento sugli altari delle opere per essi concepite.
San Casciano Val di Pesa : Museo di San CascianoOggi, secondo un progetto culturale di più ampio respiro, il Museo di San Casciano intende affermarsi come polo culturale della comunità locale: il museo diventa la testimonianza viva della storia della città, è lo specchio in cui si riflette la realtà cittadina, è luogo di dibattito e di confronto, in primo luogo con le nuove generazioni.
Dalla sala d’ingresso, adibita anche ad ufficio informazioni turistiche, il percorso museale ha inizio dalla sagrestia dove è custodito, tra le altre opere, il fusto scolpito del Maestro di Cabestany. Da qui si accede alla Chiesa di Santa Maria del Gesù.
Dalla sagrestia, il percorso prosegue nella sala dei dipinti e nella sezione dei parati sacri. Nella prima sala si trovano le opere più preziose del museo, prime fra tutte i due dipinti provenienti dalla chiesa di Sant'Angelo a Vico l'Abate: il dossale raffigurante San Michele Arcangelo e storie, attribuito a Coppo di Marcovaldo e riferito al quinto decennio del XIII secolo e la Madonna col Bambino di Ambrogio Lorenzetti, datata 1319, entrambi collocati sulla parete destra. Nella stessa sala sono riunite tutte le tavole a fondo oro, la più antica delle quali è una Madonna col Bambino che risale al secondo decennio del XIV secolo ed è attribuita al Maestro del trittico Horne, un pittore anonimo fra i minori del Trecento fiorentino, ma dotato di una sua spiccata personalità. Di particolare interesse è la Madonna col Bambino di Cenni di Francesco, uno degli esponenti più significativi del tardogotico toscano, il cui stile è caratterizzato da un tono narrativo e da una straordinaria vivacità cromatica ed espressiva.
Lungo le pareti si incontrano ancora: la Madonna col Bambino fra angeli e santi del Maestro Francesco, il trittico con la Madonna in trono fra quattro santi del Maestro di San Jacopo a Mucciana, la Madonna col Bambino di Jacopo del Casentino e il Crocifisso trecentesco attribuito al Maestro di San Lucchese, sagomato all'inizio del Quattrocento.
Giunti nuovamente alla sala d’ingresso, dominata dalla maestosa stele detta “dell’Arciere”, mediante le scale o prendendo l’ascensore si sale al primo piano, che ospita la sezione archeologica. Dalla seconda sala dedicata all’archeologia, si accede alla sezione delle Abitazioni primitive, che prosegue al secondo piano.
Chiude la visita al Museo di San Casciano la sezione sulle Abitazioni primitive. Dalla tipica casa colonica che segna il paesaggio del Chianti, lo sguardo si apre, con questa sezione, alle culture di tutto il mondo, con l’obiettivo ambizioso di far conoscere la grande varietà delle forme edilizie e degli habitat tradizionali, grazie a modelli in scala, pannelli esplicativi e fotografie d’epoca. La sezione nasce a seguito della donazione al Comune, nel 1988, del materiale scientifico dell’Archivio Tipologie Edilizie del Dipartimento di Progettazione dell’Architettura dell’Università di Firenze, allo scopo di fare di San Casciano un centro di studi e di ricerche sulla cultura abitativa e sulla salvaguardia ambientale ed edilizia.

Per informazioni:
Museo di San Casciano
Via Lucardesi, San Casciano in Val di Pesa
055/8256385

Museo di Santa Maria sul Prato (della Misericordia) di San Casciano val di Pesa
Si tratta di una ricca e importante collezione di opere d'arte raccolte nel corso del tempo dalla Compagnia della Misericordia e custodita all'interno della chiesa di Santa Maria sul Prato. Fra i dipinti sono da segnalare le tre tavole trecentesche di Ugolino di Nerio raffiguranti la Madonna col Bambino, San Pietro e San Francesco, e il Crocifisso di Simone Martini. Sulla parete destra della chiesa si trova un pergamo in marmo della metà del XIV secolo, importante opera di Giovanni di Balduccio.
Suonare al custode della Misericordia
Per informazioni: 055 8229558

Museo di Arte Sacra di Greve in Chianti
(Apertura prevista nell'estate 2001) Allestito nei locali dell'ex convento di San Francesco, il museo ospita un'importante raccolta di dipinti, sculture, paramenti e arredi sacri che testimoniano la rilevanza storica e la vitalità artistica del territorio di Greve in Chianti. Nell'oratorio al piano terra Ë collocata, nella sua posizione originale, una delle opere pi˜ importanti della collezione: la grande terracotta policroma raffigurante la Pietà con le tre marie e santi, di scuola fiorentina della prima metà del Cinquecento e riferibile alla bottega di Santi Buglioni.
Museo di Arte Sacra di Greve in ChiantiNello stesso ambiente si trovano altre opere preziose, fra cui: La Vergine fra i Santi Lucia e Antonio da Padova del Curradi, La Vergine del Rosario di Francesco Boldrini; un bassorilievo in marmo del secolo XIV rappresentante San Francesco; e una scultura raffigurante la Madonna col Bambino in stucco dipinto attribuito a Nanni di Bartolo. Nella sagrestia sono esposti alcuni paramenti sacri (pianete, piviali etc...). Tale esposizione Ë completata da una Croce Reliquiario in cristallo di rocca, eseguita fra il XIII e il XIV secolo, e da un raro pezzo cinquecentesco in vetro dipinto, una piccola finestra raffigurante San Silvestro Papa benedicente eseguita probabilmente su disegno di Francesco Granacci. Al primo piano si trova la sezione dedicata ai dipinti con tavole e tele databili dal secolo XIV al secolo XIX. Tra i dipinti si segnalano opere di Francesco Granacci e di Jacopo Vignali.
La sezione dell'oreficeria presenta arredi sacri dei secoli XVI, XVII, XVIII e XIX, tra i quali un turibolo e una navicella cinquecenteschi e il Reliquiario di San Canziano del secolo XVII, provenienti dalla badia di Montescalari.
Il complesso, oltre al Museo di Arte Sacra ospita anche un centro di documentazione e una saletta riservata alle mostre temporanee.
Orario: invernale Gio-Ven 10-13 / Sab-Dom 15,30-18,30
estivo Gio-Ven 10-13 / Sab-Dom 16-20
Visite anche su penotazione
Per informazioni: 055 8546287 / 8546299 / 8545215
Pieve di San Leolino a Panzano di Greve in Chianti
All'interno della splendida pieve romanica (situata a breve distanza dal castello di Panzano) si conserva un ricco patrimonio di opere d'arte pittoriche e scultoree, fra le quali due tabernacoli attribuiti a Giovanni della Robbia, un Dossale duegentesco attribuibile a Meliore, il trittico con la Madonna, il Bambino e quattro Santi di Mariotto di Nardo e la Madonna con il Bambino e i Santi Pietro e Paolo del Maestro di Panzano.
Orario: tutti i giorni 10-13 / 16-19
Per informazioni: 055 8546287 / 8546299 / 8545215

Museo di Arte sacra di TavarnelleMuseo di Arte Sacra di Tavarnelle val di Pesa
Il museo ha sede in alcuni ambienti attigui alla pieve di San Piero in Bossolo, dove sono state raccolte le testimonianze storico-artistiche provenienti dai numerosi luoghi di culto presenti sul territorio comunale. Nel salone centrale al primo piano sono esposte le opere provenienti dal piviere di San Piero in Bossolo. Della pregevole collezione di dipinti fanno parte: una Madonna col Bambino attribuita a Meliore; una Madonna col Bambino di Rossello di Jacopo Franchi; una tavola con soggetto analogo di Lorenzo di Bicci; una serie omogenea di tavole eseguite nel 1473 da Neri di Bicci, fra cui una Madonna col Bambino in trono e una Lamentazione sul Cristo morto; una pala cinquecentesca con la Madonna e il Bambino fra i Santi Martino e Sebastiano, eseguita da un pittore che da quest'opera ha preso il nome di Maestro di Tavarnelle; e una Madonna col Bambino e San Giovannino dell'Empoli. Nelle teche sono custoditi pezzi di argenteria sacra, alcuni di grande valore storico-artistico, quali le croci astili duegentesche, il calice in rame dorato e smaltato del XIV secolo e il calice di Nicola de Angelis datato 1706. Nello stesso ambiente sono state collocate due teche dedicate al "ricamo di Tavarnelle", un'arte locale di antica tradizione, dove sono esposti arredi di chiesa e di uso familiare.
Nella seconda sala sono raccolte alcune opere del piviere di San Donato in Poggio. La pittura è rappresentata da opere di grande rilievo: un trittico trecentesco attribuito a Ugolino di Nerio; la Madonna col Bambino fra gli arcangeli Raffaele e Gabriele del Maestro di Marradi ; due Santi di Giovanni Montini e altre opere di scuola fiorentina dei secoli XVIII e XIX. Fra gli arredi e i manufatti di maggior pregio sono le argenterie di Zanobi Biagioni, orafo attivo a Firenze nello scorcio del XVIII secolo.
L'esposizione museale continua con una sala dedicata alla devozione e al culto popolare, dove è esposta una ricca serie di reliquiari in argento e legno dorato, e termina nel corridoio della canonica, dove si trovano una campionatura di antiche stoffe liturgiche e una sezione che raccoglie tutte le documentazioni figurative raccolte sul territorio sulla religiosità popolare.
Orario: invernale Sab-Dom 15,30-18
estivo Sab-Dom 16,30-19;
Per informazioni: 055 8077832

Museo di Cultura Contadina di Tavarnelle val di Pesa
All'interno del castello di San Donato in Poggio, in via del Giglio ha sede il museo che raccoglie ed espone al pubblico la collezione privata messa a disposizione dall'ingegner Emilio Ferrari, a cui è intitolato il museo. Della raccolta fa parte una nutrita collezione di attrezzi, utensili e strumenti che documentano lo svolgimento delle attività produttive e il piccolo artigianato legato alle attività del mondo rurale chiantigiano; nonchè un cospicuo gruppo di utensili e contenitori in rame prevalentemente del XIX secolo, di varia provenienza.
Orario: invernale visite solo su prenotazione
estivo Lun-Sab 9,30-12,30; Dom 9,30-12,30
Per informazioni: 055 8072338 / 8072339

Antiquarium di Sant'Appiano di Barberino val d'Elsa
Si tratta di un piccolo museo archeologico, ubicato nei locali annessi alla pieve di Sant'Appiano (a pochi chilometri da Barberino Val d'Elsa), in cui è custodita una parte dei numerosi materiali di scavo ritrovati nella zona circostante.
Nella prima delle due salette in cui è articolato l'Antiquarium si trovano alcune urne funerarie in alabastro del periodo ellenistico, con le effigi dei defunti scolpite sul coperchio e bassorilievi raffiguranti scene di mitologia greca. Due cassette più piccole, una delle quali reca la figura di un cavaliere avvolto nel sudario in procinto di entrare nell'Ade, sono all'interno di una teca insieme a ceramiche attiche a figure rosse riconducibili ad un periodo fra il VI e il V secolo a.C.
Le vetrine della seconda sala raccolgono una nutrita serie di ceramiche basso-medievali e rinascimentali tipiche dell'area fiorentina, alcuni cippi funerari etruschi e un idoletto pagano in arenaria raffigurante il dio Eros a cavallo di un animale, ritrovato durante la demolizione del battistero.
Orario: invernale Sab-Dom 15-18
estivo Sab 16-20; Dom 15-20
Per informazioni: 055 8075622 / 8052230
Pieve di san'appiano di barberino val d'elsaPieve di Sant'Appiano di Barberino val d'Elsa
L'interno della pieve presenta due diverse redazioni del Romanico: il protoromanico, risalente alla fondazione originaria, e una versione più tarda dello stesso stile, riconoscibile nella navata laterale destra, distrutta e ricostruita fra il XII e il XIII secolo. Sulle pareti della chiesa si conservano una serie di affreschi di scuola fiorentina della fine del Quattrocento (nella navata sinistra), e affreschi cinquecenteschi sulla volta alla base del campanile e nella Cappella del SS. Sacramento.
Orario: Sab-Dom 16-18
Per informazioni: 055 8075622 / 8052230

Share:

Sistemazioni in zona

  • La Locanda Hotel Radda in Chianti Siena La Locanda
    Il Country Hotel La Locanda nasce dal recupero di un antico podere affacciato sul più bel paesaggio del Chianti Classico fra boschi, ulivi e vigne, a circa 3 chilometri dal bellissimo borgo medievale di Volpaia a Radda in Chianti.
    PRENOTA ONLINE
  • Villa Dievole Resort Castelnuovo Berardenga Siena Villa Dievole
    Villa Dievole è avvolta in un’atmosfera magica in un’area di 400 ettari tra le colline del Chianti Classico, nel cuore della Toscana!
    PRENOTA ONLINE
  • Agriturismo Marciano Farmhouse Siena Siena Agriturismo Marciano
    L'Agriturismo Marciano: un'opportunità unica, due vacanze in una. Soggiorno in campagna e vita in città. Marciano è situato a ridosso della cinta muraria della medioevale Siena.
    Richiedi disponibilità
  • Relais della Rovere Relais Colle Val D'Elsa Siena Relais della Rovere
    Relais Della Rovere è un'affascinante Hotel vicino Siena in una suggestiva location nata dalla ristrutturazione di un'antica abbazia benedettina e di una Villa Papale di epoca rinascimentale.
    PRENOTA ONLINE
  • Marignolle relais & charme Hotel Firenze Florence Marignolle relais & charme
    Il relais di charme Marignolle, adagiato sulle colline di Firenze, è la soluzione ideale per chi desidera un luogo di eccellenza e di relax, per chi ama privacy e tranquillità senza rinunciare alle attenzioni e i servizi di un hotel di lusso.
    PRENOTA ONLINE
  • Agriturismo la Lucciolaia Farmhouse San Gimignano Siena Agriturismo la Lucciolaia
    In un suggestivo ed incontaminato paesaggio collinare, sulla sommità della collina, con vista mozzafiato sulle medioevali torri di San Gimignano, dal quale dista circa 7 Km, si erge L'Agriturismo La Lucciolaia.
    Richiedi disponibilità
  • Agriturismo Niccolai - Palagetto di sotto Farmhouse San Gimignano Siena Agriturismo Niccolai - Palagetto di sotto
    Agriturismo Niccolai ubicato nelle immediate vicinanze del centro storico della medioevale San Gimignano, nel cuore della emozionante Toscana di collina.
    Richiedi disponibilità
  • B&B la Fornace di Racciano Bed Breakfast San Gimignano Siena B&B la Fornace di Racciano
    La Fornace di Racciano, delizioso Bed and Breakfast a 2 km dal centro storico della medioevale San Gimignano, è situato in un autentico casale toscano, immerso in un grande giardino fiorito.
    Richiedi disponibilità
  • Cielsereno Farmhouse Casole D'Elsa Siena Cielsereno
    L'Agriturismo Cielsereno si trova a Casole d'Elsa nel centro della Toscana, nel cuore della campagna tra Siena e Firenze, un angolo di paradiso per coloro che amano la natura e il relax.
    PRENOTA ONLINE
  • Agriturismo Cesani Farmhouse San Gimignano Siena Agriturismo Cesani
    A metà strada tra Siena e Firenze, in una piccola frazione, Pancole, a 6 km dal centro di San Gimignano immersa tra vigneti e oliveti, è ubicata l'Azienda Agricola Biologica Cesani.
    Richiedi disponibilità
  • Foresteria Podere Brizio Farmhouse Montalcino Siena Foresteria Podere Brizio
    Foresteria Podere Brizio a Montalcino è un luogo immerso nel verde e nella tranquillità. Camere ospitali fornite dei più moderni confort
    Richiedi disponibilità
  • I Monti Farmhouse Montieri Grosseto I Monti
    I Monti agriturismo è situato nel comune di Montieri nel cuore delle Colline Metallifere dispone di 4 appartamenti e una camera.
    PRENOTA ONLINE
  • Agriturismo La Valle Farmhouse Montaione Florence Agriturismo La Valle
    Nel cuore della Toscana, a meno di un chilometro dal centro del borgo medievale di Montaione, si trova l'agrituriso la Valle
    Richiedi disponibilità
  • Fignano Villa Montaione Florence Fignano
    Adagiato tra le verdeggianti colline della campagna toscana, a tre chilometri di distanza da Montaione, si trova la struttura turistica Fignano.
    Richiedi disponibilità
  • Agriturismo Casa Italia Farmhouse Lamporecchio Pistoia Agriturismo Casa Italia
    A poca distanza da Vinci, il paese che dette i natali al famoso artista, l’agriturismo Casa Italia vi aspetta per trascorrere le tua vacanza all’insegna del riposo, della natura e della cultura in questa splendida terra.
    Richiedi disponibilità
  • Agriturismo le Caggiole Farmhouse Montepulciano Siena Agriturismo le Caggiole
    A Montepulciano, in uno spicchio di terra immerso tra secolari lecci e querci , uliveti e vigneti , ecco il Podere Le Caggiole, antica dimora della Famiglia Martinelli e degli ospiti dell'Agriturismo.
    Richiedi disponibilità
  • Il Convento di Monte Pozzali Farmhouse Massa Marittima Grosseto Il Convento di Monte Pozzali
    Il Convento di Monte Pozzali è un antico monastero del XII secolo oggi completamente ristrutturato ed adibito a residenza di campagna di alto livello.
    Richiedi disponibilità
  • Agriturismo San Ottaviano Farmhouse Monterotondo Marittimo Grosseto Agriturismo San Ottaviano
    Agriturismo San Ottaviano è un piccolo paradiso immerso nell'incantevole natura della Maremma, nel punto in cui si incontrano le provincie di Grosseto, Livorno e Pisa.
    Richiedi disponibilità
  • B&B Giardino dei Sugheri Bed Breakfast Scarlino Grosseto B&B Giardino dei Sugheri
    Il Bed Breakfast il Giardino dei Sugheri è ubicato in Maremma e nasce da un’attenta ristrutturazione di un antico podere toscano.
    Richiedi disponibilità

Mostra sistemazoni su google map


Tombolo Talasso Resort Poggio all'Agnello