La Lastra Siena Visita delle cantine e degustazione vino con light-lunch Relais della Rovere hotel relais colle val d'elsa Siena Bed Breakfast La Fornace di Racciano  San Gimignano - Siena Agriturismo Le Caggiole San Gimignano Agriturismo Cesani San Gimignano - Siena

Parco dell'Uccellina

Il Parco naturale dell'Uccellina, in Maremma, è vasto oltre 10.000 ha e si estende sul tratto costiero tirrenico da Principina a Mare a Telamone mentre a est arriva fino alla statale Aurelia.


Parco dell'UccellinaIl Parco naturale dell'Uccellina, in Maremma, è vasto oltre 10.000 ha e si estende sul tratto costiero tirrenico da Principina a Mare a Telamone mentre a est arriva fino alla statale Aurelia: è stato istituito nel 1975 dalla Regione Toscana con legge regionale n.65 del 5 giugno 1975. La parte centrale e meridionale è occupata dai Monti dell'Uccellina che hanno il punto più alto nel Poggio dei Lecci (451 m.slm): da queste colline si domina con lo sguardo tutta la costa tirrenica e il mar Tirreno con le isole del Giglio, Elba e Corsica per un panorama veramente insuperabile; molto bella e caratteristica è la veduta del fiume Ombrone quando sfocia nel mare e le cui acque, di colore scuro, si spingono al largo mischiandosi gradatamente con quelle verdi del mare.
Parco dell'Uccellina - Foce ombroneIl Parco dell'Uccellina. La sede e il centro viste si trovano ad Alberese (telefono +39 0564 407098 fax +39 0675 407292) e come già detto, si estende per oltre 100 kmq. da Principina a Mare fino a Telamone con un susseguirsi di diversi ambienti naturalistici, dai monti dell'Uccellina, alla pineta della Marina di Alberese, alla foce del fiume Ombrone e alle Paludi della Trappola.
A nord della foce dell'Ombrone il territorio si presenta pianeggiante ed è occupato dalle paludi della Trappola, un sistema di specchi d'acqua temporanei e/o permanenti; a sinistra dell'Ombrone si estende un territorio caratterizzato da dune e pineta e attraversato da canali artificiali risalenti alle prime bonifiche effettuate dai Lorena; la parte centrale e meridionale del Parco è dominata dai Monti dell'Uccellina, un insieme di rilievi che culmina nei 417 m. di Poggio Lecci e che sono completamente coperti da una fitta vegetazione prevalentemente formata da macchia mediterranea. Sui Monti dell'Uccellina insistono antiche torri ed edifici religiosi (torre di Castelmartino, di Collelungo, di Cala di Forno, della Bella Marsilia e Abbazia di San Rabano).
Per accedere al Parco il solo modo è quello di recarsi al Centro Visite di Alberese per usufruire del servizio autobus:qui ogni ora, a partire dalle ore 9 fino alle 14 comprese, si viene portati all'interno del Parco in località "Pratini" dove hanno inizio i diversi itinerari: se si ha fortuna, come mi è capitato, è già possibile incontrare i cinghiali lungo la strada interna.
Parco dell'Uccellina - Animali nel parcoLa fauna del parco è composta da varie specie: prevalgono i cinghiali e i daini, ma non mancano caprioli, istrici, tassi, volpi, gatti selvatici, faine e donnole, così come è ricca di avifauna; per la flora questo è, senza dubbio, il regno della macchia mediterranea con lecci, querce, corbezzoli, ginestre, timo, cisto marino e rosmarino (da noi volgarmente chiamato ramerino): anzi di questa piante, soprattutto nel posto dove hanno inizio i percorsi, ce ne sono talmente tante da non averne viste mai in così grande numero in tutta la mia vita; un'altra pianta presente è la quercia da sughero, per cui può capitare di incontrarne qualcuna a cui è stata tolta la corteccia per prendere il sughero.
Itinerario A1: San Rabano. Questo itinerario conduce all'Abbazia di San Rabano e richiede un tempo di percorrenza di 4/5 ore: il sentiero inizia dalla località "Pratini" dove ci porta l'autobus del Parco ed è segnalato come A1 per cui è impossibile sbagliare in quanto è abbastanza ben indicato.
Parco dell'Uccellina - Il mare incontaminatoIl tratto iniziale costeggia un oliveto abbandonato con un sottobosco ricco di cisto marino, ginestra e rosmarino (tantissime piante!) e si inoltra poi in un bosco dove prevalgono le piante di leccio: si inerpica poi lungo i pendii del monte e dopo poco il panorama ci appare, già da qui, meraviglioso.Terminato il tratto di dura salita il sentiero si fa ora più pianeggiante per poi scendere e salire di nuovo fino al Poggio Lecci (417 m .s.l.m.) il rilievo più alto dei Monti dell'Uccellina e, quindi, di tutto il Parco: da qui panorama si fa assolutamente incomparabile con le isole dell'Arcipelago Toscano, la Corsica e l'acqua scura del Fiume Ombrone che si fonde con quella verde del mare; la zona è ricca di piantino di timo delle quali non si può non avvertire il caratteristico profumo.

Dal Poggio Lecci in pochi minuti si raggiunge l'Abbazia di San Rabano ma non ce ne accorgiamo fino a quando non ne siamo proprio vicinissimi: la prima cosa che si nota è il campanile che svetta al di sopra dei lecci e poi, giunti nella radura, ci appaiono i ruderi del complesso religioso che risaltano con i loro colori tenui nel verde scuro dei lecci e della macchia mediterranea: c'è però una sorpresa, molto negativa, perché la zona è circondata da un reticolato e non vi si può entrare; mi sono informato presso le guide del parco è mi hanno detto che il complesso abbaziale non fa parte del Parco e perciò, per ora, non è visitabile, comunque vale senz'altro la pena di venirci. Leggi le informazioni storiche. Dopo aver ammirato i resti di questo bellissimo complesso religioso possiamo far ritorno al luogo di partenza: l'itinerario A1 prosegue scendendo i fianchi dei Monti dell'Uccellina con un percorso ad anello fino alla località "Pratini", ma io, avendolo fatto personalmente mi permetto di consigliare di fare lo stesso percorso dell'andata perché molto più bello e, soprattutto, molto panoramico. Infatti in sentiero di ritorno passa sempre dentro il bosco di macchia mediterranea ed è possibile godere del panorama solo due volte grazie a delle piattaforme artificiali installate mentre il percorso dell'andata presente innumerevoli squarci nel bosco che ci permettono visioni incomparabili;come già detto l'intero itinerario richiede circa 4 ore di cammino.

Numeri utili:
Centro Visite del Parco dell'Uccellina - Alberese
Telefono +39 0564 407098.

Share:

Sistemazioni in zona

Mostra sistemazoni su google map


Tombolo Talasso Resort Centro Benessere e Talassoterapia in Toscana Poggio all'Agnello resort mare Toscana Tombolo Talasso Resort mare Toscana Poggio all'Agnello