Relais della Rovere hotel relais colle val d'elsa Siena La Lastra Siena Visita delle cantine e degustazione vino con light-lunch Agriturismo Cesani San Gimignano - Siena Bed Breakfast La Fornace di Racciano  San Gimignano - Siena Agriturismo Le Caggiole San Gimignano

Scopire Firenze in Autobus

Il Progetto Turistico Ataf “Itinerari”, primo nel mondo con queste caratteristiche, nasce per promuovere nuove esplorazioni della città con mete e racconti insoliti.


Un autobus chiamato desiderio… di gustare i prodotti della cucina toscana, di tuffarsi nelle pagine di grandi della letteratura che hanno vissuto o trovato ispirazione sulle rive dell’Arno, di ammirare antiche pievi immerse nel verde e di ritornare bambini con la storia di Pinocchio.
Il Progetto Turistico Ataf “Itinerari”, primo nel mondo con queste caratteristiche, nasce per promuovere nuove esplorazioni della città con mete e racconti insoliti. E utilizzando un mezzo originale: il bus. Infatti a Firenze è difficile fare del ‘fuori pista’, la meraviglia è sempre organizzata.
Quattro autobus “DeGustibus” (30 posti a sedere), “I movimenti letterari” (60 posti, 20 a sedere), “Le Sacre vie” (60 posti, 20 a sedere) e “Occhio a Pinocchio” (60 posti, 20 a sedere) permetteranno ai passeggeri di approfondire la conoscenza di aspetti poco noti che fanno di Firenze una città unica al mondo, forse di più della classica cartolina stereotipata. Un grandioso museo a cielo aperto che da oggi potrà essere ammirato e riscoperto comodamente seduti su un autobus dell’Ataf. Ad illustrare gli itinerari a bordo delle guide-attori che coinvolgeranno i passeggeri con racconti e improvvisazioni teatrali.

DeGustibus: il giro del gusto in ottanta portate
Attraversare la città e gustarla ai giusti ritmi a bordo di un autobus
Antica Farmacia di Santa Maria NovellaNon tutti sanno che il nome dell’arista è nato nel 1439 in occasione del Concilio Ecumenico di Firenze, che nel laboratorio dell’Antica Farmacia di Santa Maria Novella è stato inventato l’alchermes. Per far conoscere queste ed altre curiosità enogastronomiche di Firenze Ataf ha ideato DeGustibus un itinerario in 26 tappe che propone anche un vero e proprio ristorante “in movimento”. Durante il tragitto i viaggiatori potranno apprezzare le migliori eccellenze gastronomiche e vinicole, apprendere le informazioni essenziali riguardanti i prodotti e i loro territori d’origine, le modalità di degustazione e gli abbinamenti appropriati.
Una guida-attore a bordo dell’autobus racconterà curiosità e aneddoti legati all’enogastronomia fiorentina come quello del ristorante che vide ai fornelli Leonardo, genio inventore fra l’altro del cavatappi, dell’affettatrice e del trita-aglio, fino all’aristos (il migliore, in greco) da cui prese il nome l’arista in occasione del Concilio Ecumenico di Firenze.

Alcuni esempi delle tappe:
Tappa n. 1 (Via della Scala) - Perché la coccinella è un insetto spiritoso
L’Antica Farmacia di Santa Maria Novella, l’Officina Profumo-Farmaceutica, al n. 16 di via della Scala, affacciata su uno dei più suggestivi chiostri della città, ha una storia secolare che, ufficialmente, ha inizio nel 1612. Proprio qui nasce l’alchermes, antico liquore fiorentino, il cui nome deriva dallo spagnolo “alquermes”, coccinella, insetto che compare fra gli ingredienti del liquore e che forse finì nella farmacia attirato dall’inebriante profumo di fiori, che ancora ne esce.
Tappa n. 12 (Piazza del Duomo) - L’arista, il vinsanto, i panellini di San Sebastiano e la frittata di Donatello
Nelle ‘Vite’ del Vasari è raccontato un aneddoto culinario con protagonista Filippo Brunelleschi, l’autore della cupola del Duomo: un giorno Donatello scolpì un crocifisso ligneo, che portò a far vedere al suo amico Brunelleschi, che lo liquidò definendo la figura in croce “più simile a un contadino che a Cristo”. Donatello, indispettito, sfidò l’amico a scolpire anche lui un crocifisso, cosa che Brunelleschi fece in gran segreto con un risultato di straordinaria bellezza. Un giorno invitò a pranzo Donatello che entrò in casa dell’amico portando un gran numero di uova: alla vista del crocifisso, fu tale lo stupore e l’ammirazione che lasciò cadere tutte le uova e a Brunelleschi che gli chiedeva che cosa avrebbe mangiato, rispose: “ Io per me ho per istamani avuta la parte mia, se tu vuoi la tua, pigliatela. Ma non più, a te è conceduto fare Cristi, et a me i contadini”.
DeGustibus
Durata Il tour ha la durata di circa un’ora
Biglietto 20 € (ridotto 10 € ragazzi sotto i 15 anni e residenti Provincia di Firenze). Il biglietto include il giornaliero sulla rete Ataf & Li-nea
Orario/Corse 18 corse a settimana dal venerdì alla domenica: 4 nel tardo pomeriggio del venerdì (orario 18.30; 19.30; 20.30; 21.30); 7 nella giornata del sabato e 7 nella giornata della domenica (orario 11.30; 12.30;13.30; 18.30; 19.30; 20.30; 21.30).
Informazioni generali L’autobus parte e arriva in piazza Santa Maria Novella; ogni corsa ospiterà al massimo 30 degustatori comodamente seduti. Per le corse della mattina sarà utilizzato l’autobus decorato esternamente con la grafica e il logo Degustibus e i marchi di Ataf e Gola Gioconda, mentre i turni serali dalle 18.30 alle 21.30 saranno effettuati con il bus scoperto di City Sight Seeing che percorrerà un itinerario speciale fra le strade e le piazze più affascinanti di Firenze e dintorni. Nel costo del biglietto è incluso il giornaliero Ataf e Li-nea.

I movimenti letterari
La Firenze “ letterata” e gli scrittori che l’hanno abitata

Palazzo Strozzi - FirenzeBoccaccio ha completato il Decamerone lungo il Mugnone? Dante spiava Beatrice in Borgo Albizi? Dostoievsky ha scritto “L’Idiota” a Palazzo Pitti? Per riscoprire i luoghi di Firenze che hanno ispirato la letteratura mondiale di tutti i tempi Ataf ha ideato I movimenti letterari, un itinerario davvero originale, diverso dal solito, una vera scoperta di palazzi, strade, giardini, posti incantati dove sono nati alcuni tra i maggiori capolavori della letteratura.
Fra le tappe Palazzo Strozzi con il Gabinetto Viesseux, meta, dal 1820 anno di fondazione, di scrittori e artisti stranieri, da Mark Twain a Zola, da James a Gertrude Stein, da Isadora Duncan a Kipling, da Huxley a D.H. Lawrence; la casa della contessa d’Albany sul Lungarno Corsini, dove risiedette Alfieri; Casa Guicciardini, dove è vissuto l’autore della “Storia d’Italia”, Villa La Capponcina, residenza del poeta Gabriele D’Annunzio e l’abitazione di Giacomo Leopardi in via Verdi, dove il poeta scrisse la celebre poesia “A se stesso”.

Alcuni esempi delle tappe:
Borgo SS. Apostoli 9
Qui ha abitato Charles Dickens, in un edificio che è stato distrutto dalla seconda guerra mondiale e poi ricostruito. Ecco cosa scrive in “Pictures from Italy”: “Come appare bella Firenze vista dalla sommità di un colle, in una chiara e limpida mattinata. Guardatela laggiù davanti a voi, nella valle illuminata dal sole, rallegrata dalle acque dell’Arno tortuoso e racchiusa in giro da alte colline! Guardate le cupole, le torri e i palazzi che si ergono in un gruppo scintillante, circondato dalle fiorenti campagne e risplendente al sole come oro”.
Piazza S. Felice 1
In “Casa Guidi” (la Browning non voleva chiamarlo palazzo) hanno vissuto per quasi quindici anni i coniugi Browning. Quello che forse è meno noto è che nelle cantine del palazzo (che in certe parti dell’anno può essere visitato) è sepolto l’adorato cane di Elisabeth, Flush e che una delle grandi poesie della scrittrice si intitola proprio “Le finestre di Casa Guidi” e parla dei moti del 1848 dato che Elisabeth Browning era una grande paladina dell’indipendenza italiana.
Lungarno Corsini 4
In questa casa dimorò nel 1827 Alessandro Manzoni, nel periodo in cui era venuto “a risciacquare i panni in Arno”, cioè ad apprendere meglio il toscano in vista di una nuova edizione dei “Promessi Sposi”.
Villa Mirenda a Scandicci
Nel comune, nel comune in via San Polo a Mosciano, D. H. Lawrence scrisse alcuni capitoli del suo famoso romanzo “L’amante di Lady Chatterley”.
I movimenti letterari
Durata Il tour ha la durata di circa 1 ora.
Biglietto 15 € (ridotto 7,5 € ragazzi sotto i 15 anni e residenti Provincia di Firenze). Il biglietto include il giornaliero sulla rete Ataf & Li-nea
Orario/Corse 10 corse a settimana il sabato e la domenica (orario 10;11;16;17;18).
Informazioni generali L’autobus parte e arriva in piazza Santa Croce; ogni corsa ospiterà fino ad un massimo 60 passeggeri (20 comodamente seduti). E’ prevista la possibilità di scendere e risalire. L’autobus decorato esternamente con la grafica e il logo “I Movimenti Letterari” e i marchi di Ataf e del partner principale percorrerà un itinerario speciale fra le strade e le piazze più affascinanti di Firenze e dintorni. Nel costo del biglietto è inclusa la visita all’Accademia della Crusca, da utilizzarsi entro un mese dall’emissione del ticket (prenotazioni al call center di Ataf).

Le Sacre Vie
In bus alla scoperta di  pievi, abbazie  e oratori
Al di fuori delle mura della città una serie di piccole chiese e pievi testimoniano lo spirito religioso e l’immenso patrimonio artistico del territorio. Un suggestivo itinerario, Le Sacre Vie, ideato da Ataf, consente di riscoprire i luoghi  della fede, forse meno noti, ma non per questo meno preziosi.
Basilica di Santa Maria Novella - FirenzeL’autobus parte dal centro storico di Firenze, dalle piazze delle meravigliose basiliche di Santa Maria Novella e di Santa Maria del Fiore, facendo poi tappa ad esempio in Borgo Ognissanti, dove è possibile ammirare, nella Basilica di San Salvatore in Ognissanti, il Sant’Agostino di Botticelli, il San Girolamo nello studio e L’Ultima cena di Domenico Ghirlandaio, per dirigersi poi nella periferia più verde della città. Fra le tappe: la Pieve di San Bartolo a Cintoia che conserva antichi reperti delle lastre sepolcrali risalenti al XII e XIII secolo, un affresco trecentesco con Madonna col bambino e Santi e una Incoronazione di Maria, attribuita a Neri di Bicci; il Conventino in piazza Tasso (detto San Francesco di Sales), eretto nel 1700 su disegno di Antonio Maria Ferri, dove si conservano le opere di Giovanni Antonio Pucci e Ignazio Hugford; la chiesa di Maria Vergine delle Grazie, edificata su progetto dell’architetto Guido Morozzi, nella zona dell’Argingrosso, cosiddetto perché rinforzato in seguito alle frequenti tracimazioni dell’Arno; la Pieve di Santa Maria a Mantignano, quella di Santo Stefano a Ugnano e tante altre.

Alcuni esempi delle tappe:
Abbazia di San Salvatore a Settimo - FirenzeAbbazia di San Salvatore a Settimo
“Quivi ebbe luogo nel 1068 la prova del fuoco, un ‘giudizio di Dio’ richiesto da San Giovanni Guarberto a prova di una accusa di simonia rivolte al vescovo Mezzabarba: un umile frate passò tra due cataste in fiamme e ne uscì indenne. Divenne poi vescovo e fu canonizzato col nome di Pietro Igneo”.
Oratorio di Santa Maria Assunta della Querce
L’oratorio, costruito nel 1458, è stato chiesa rionale fino alla costruzione della chiesa dell’Isolotto. A pianta centrale, con copertura a cupola, l’edificio quattrocentesco riprende schemi brunelleschiani in forme semplificate. Nel portico della chiesa, chiuso nel Seicento, si trovano una lunetta a imitazione di quella originale robbiana, e alcuni affreschi di Paolo di Stefano Badaloni, detto Paolo Schiavo (1397ca.-1478), tra cui L’adorazione dei Magi. Al pittore di deve anche la decorazione dell’interno, raffigurante San Quirino e San Francesco d’Assisi che riceve le stigmate.

Le Sacre vie
Durata Il tour ha la durata di circa 1 ora
Biglietto 15 € (ridotto 7,5 € ragazzi sotto i 15 anni e residenti Provincia di Firenze). Il biglietto include il giornaliero sulla rete Ataf & Li-nea
Orario/Corse 10 corse a settimana il sabato e la domenica  (orario 10;11;16;17;18).
Informazioni generali L’autobus partirà da piazza Santa Maria Novella; ogni corsa ospiterà fino ad un massimo 60 passeggeri (20 comodamente seduti). L’autobus, decorato esternamente con la grafica e il logo “Le Sacre Vie” e i marchi di Ataf e della Diocesi di Firenze, partner principale, percorrerà un itinerario bellissimo all’interno del quartiere 4 (allegato il tracciato).
Nel costo del  biglietto è inclusa la visita ad un importante museo di arte sacra, da utilizzarsi entro un mese dall’emissione del ticket.

Occhio a Pinocchio
dalla casa di Geppetto al teatrino di Mangiafuoco: un itinerario sulle tracce del burattino
Mangiafuoco e la Fatina, Mastrociliegia, il Grillo parlante, Lucignolo e Geppetto rivivono grazie a Occhio a Pinocchio, un tour in autobus ideato dall’Ataf e interamente dedicato alla visita dei luoghi legati alle avventure del celebre burattino. Seguendo le tracce di Carlo Lorenzini, autore del libro e nato proprio a Firenze, dove visse, lavorò e morì, tra via Taddea e largo Antinori, fino a San Miniato dove è sepolto, è possibile adesso visitare i luoghi che hanno fatto la fortuna del celebre racconto: le avventure del burattino, nate dalla penna di Collodi, fanno riferimento infatti a personaggi realmente esistiti e a luoghi ben precisi.
Grazie al nuovo itinerario di Ataf è possibile ora ripercorrere “fisicamente” per intero tutto il racconto. L’ipotesi trova ragione nella grande veridicità dell’ambiente sociale nel quale si muove Pinocchio: la casa di Geppetto può essere identificata in un caratteristico casale in via Carlo Lorenzini, n. 4; l’osteria del Gambero Rosso è collocata nel comune di Calenzano, all’incrocio di via di Travalle e via di Macia; il piccolo paese delle Api industriose nel borgo di Cavalle; il teatro dei burattini di Mangiafuoco in piazza di Peretola, attuale piazza Giuseppe Garibaldi, e la strada maestra che riconduce alla casa della Fata, l’attuale via Reginaldo Giuliani.
Nel borgo di Castello la memoria verbale ha  identificato alcune figure delle Avventure di Pinocchio in personaggi locali che avrebbero ispirato Collodi: l’omino di burro, che conduce il carrozzone per il paese dei Balocchi, altri non era che un vecchio manovratore del tranvai e mastro Ciliegia è l’alter ego del falegname Antonio Segoni, che stando al racconto, doveva essere un tipo molto particolare.
Il tour offre la possibilità di scoprire la bellezza della zona nord di Firenze, che è stata lo scenario favoloso e fantastico di uno dei capolavori della letteratura italiana dell’800 più conosciuto al mondo. Un itinerario incantato per i bambini, per gli appassionati di Pinocchio di tutto il mondo, e per i fiorentini che scopriranno finalmente che Collodi è uno di loro e per tutti quelli che non hanno ancora rinunciato a fantasticare sui mille modi possibili della letteratura.

Alcuni esempi delle tappe:
Il Fosso color caffè-latte
“Intanto cominciava a baluginare il giorno e si rincorrevano sempre; quand’ecco che Pinocchio si trovò sbarrato il passo da un fosso largo e profondissimo, tutto pieno di acquaccia sudicia, color caffè e latte. Che fare? Una, due, tre! Gridò il burattino, e slanciandosi con una rincorsa saltò dall’altra parte.”(cap.XIV)
Il largo fosso sbarrava l’ingresso al bosco ove Pinocchio si era diretto e dove  raggiunto dai due malandrini viene impiccato alla grande Quercia. La distanza percorsa e la descrizione del fosso corrispondono al Fosso Macinante, che, alimentato dall’Arno, a volte color caffè-latte, accoglie anche le fognature cittadine, infatti si parla di acqua sudicia. Il fosso Macinante scorre delimitando le Cascine separandole dall’area urbanizzata. Il punto attraversato da Pinocchio è localizzabile nella parte ancora scoperta presso gli attuali ingressi al bosco delle Cascine.
Occhio a Pinocchio
Durata Il tour ha la durata di circa 1 ora
Biglietto 15 € (ridotto 7,5 € ragazzi sotto i 15 anni e residenti Provincia di Firenze). Il biglietto include il giornaliero sulla rete Ataf & Li-nea
Orario/Corse 10 corse a settimana il sabato e la domenica  (orario 10;11;16;17;18).
Informazioni generali L’autobus parte e arriva in piazza San Marco; ogni corsa ospiterà fino ad un massimo 60 passeggeri (20 comodamente seduti). L’autobus, decorato esternamente con la grafica e il logo “Occhio a Pinocchio” e i marchi di Ataf e del partner principale, percorrerà un itinerario bellissimo all’interno del quartiere di Peretola. Nel costo del  biglietto è inclusa la visita all’Istituto degli Innocenti, da utilizzarsi entro un mese dall’emissione del ticket.

Share:

Sistemazioni in zona

  • Marignolle relais & charme Hotel Firenze Florence Marignolle relais & charme
    Il relais di charme Marignolle, adagiato sulle colline di Firenze, la soluzione ideale per chi desidera un luogo di eccellenza e di relax, per chi ama privacy e tranquillit senza rinunciare alle attenzioni e i servizi di un hotel di lusso.
    PRENOTA ONLINE
  • La Locanda Hotel Radda in Chianti Siena La Locanda
    Il Country Hotel La Locanda nasce dal recupero di un antico podere affacciato sul più bel paesaggio del Chianti Classico fra boschi, ulivi e vigne, a circa 3 chilometri dal bellissimo borgo medievale di Volpaia a Radda in Chianti.
    PRENOTA ONLINE
  • Agriturismo Casa Italia Farmhouse Lamporecchio Pistoia Agriturismo Casa Italia
    A poca distanza da Vinci, il paese che dette i natali al famoso artista, l'agriturismo Casa Italia vi aspetta per trascorrere le tua vacanza all'insegna del riposo, della natura e della cultura in questa splendida terra.
    Richiedi disponibilità
  • Agriturismo la Lucciolaia Farmhouse San Gimignano Siena Agriturismo la Lucciolaia
    In un suggestivo ed incontaminato paesaggio collinare, sulla sommità della collina, con vista mozzafiato sulle medioevali torri di San Gimignano, dal quale dista circa 7 Km, si erge L'Agriturismo La Lucciolaia.
    Richiedi disponibilità
  • Agriturismo Cesani Farmhouse San Gimignano Siena Agriturismo Cesani
    A metà strada tra Siena e Firenze, in una piccola frazione, Pancole, a 6 km dal centro di San Gimignano immersa tra vigneti e oliveti, è ubicata l'Azienda Agricola Biologica Cesani.
    Richiedi disponibilità
  • Relais della Rovere Relais Colle Val D'Elsa Siena Relais della Rovere
    Relais Della Rovere è un'affascinante Hotel vicino Siena in una suggestiva location nata dalla ristrutturazione di un'antica abbazia benedettina e di una Villa Papale di epoca rinascimentale.
    PRENOTA ONLINE
  • Agriturismo Villa il Palagetto Farmhouse San Gimignano Siena Agriturismo Villa il Palagetto
    Agriturismo Villa il Palagetto ubicato nelle immediate vicinanze del centro storico della medioevale San Gimignano, nel cuore della emozionante Toscana di collina.
    Richiedi disponibilità
  • B&B la Fornace di Racciano Bed Breakfast San Gimignano Siena B&B la Fornace di Racciano
    La Fornace di Racciano, delizioso Bed and Breakfast a 2 km dal centro storico della medioevale San Gimignano, e' situato in un autentico casale toscano, immerso in un grande giardino fiorito.
    Richiedi disponibilità
  • Agriturismo La Valle Farmhouse Montaione Florence Agriturismo La Valle
    Nel cuore della Toscana, a meno di un chilometro dal centro del borgo medievale di Montaione, si trova l'agrituriso la Valle
    Richiedi disponibilità
  • Fignano Villa Montaione Florence Fignano
    Adagiato tra le verdeggianti colline della campagna toscana, a tre chilometri di distanza da Montaione, si trova la struttura turistica Fignano.
    Richiedi disponibilità
  • La Pieve Farmhouse Colle Val D'Elsa Siena La Pieve
    Agriturismo La Pieve, casale di charme situato sulle colline della Val d'Elsa, tra Volterra e San Gimignano, lungo la via Francigena, nel cuore della campagna toscana, ricca di elementi naturali e testimonianze storiche.
    Richiedi disponibilità
  • Agriturismo Marciano Farmhouse Siena Siena Agriturismo Marciano
    L'Agriturismo Marciano: un'opportunità unica, due vacanze in una. Soggiorno in campagna e vita in città. Marciano è situato a ridosso della cinta muraria della medioevale Siena.
    Richiedi disponibilità
  • Cielsereno Farmhouse Casole D'Elsa Siena Cielsereno
    L'Agriturismo Cielsereno si trova a Casole d'Elsa nel centro della Toscana, nel cuore della campagna tra Siena e Firenze, un angolo di paradiso per coloro che amano la natura e il relax.
    PRENOTA ONLINE

Mostra sistemazoni su google map


Tombolo Talasso Resort Centro Benessere e Talassoterapia in Toscana Poggio all'Agnello resort mare Toscana Poggio all'Agnello Tombolo Talasso Resort mare Toscana