Agriturismo La Lucciolaia San Gimignano - Siena Agriturismo Niccolai San Gimignano - Siena Agriturismo Cesani San Gimignano - Siena Relais della Rovere hotel relais colle val d'elsa Siena Bed Breakfast La Fornace di Racciano  San Gimignano - Siena

Val di Merse

La Val di Merse è una strada disegnata da Madre Natura che non esporta la sua notorietà grazie al mito di un nome.


Nel pianeta Toscana, profumato di vino, colorato di un paesaggio incantevole, nobilitato da piazze e torri, ville e castelli, ci sono le Terre di Siena. E ogni terra è un’icona forte, un microcosmo fatto di uomini, storie, atmosfere che contribuiscono a creare una spiccata identità. La Val di Merse è una di queste icone che imprime un segno visibile sullo sfondo della città del Palio.
Quello che ci apprestiamo a vivere è un viaggio libero da ogni condizionamento. La Val di Merse è una strada disegnata da Madre Natura che non esporta la sua notorietà grazie al mito di un nome.
E così nel mondo della comunicazione dove tutto deve avere un’etichetta e dove si viaggia inseguendo leggendarie e, talvolta, inconsistenti mete questa terra di Siena ama presentarsi senza biglietto da visita. Preferisce farlo con una forte stretta di mano e con gli occhi di chi ispira immediatamente fiducia. Sarebbe come aspettarsi una presentazione formale da una persona che ci tenga a raccontare quanto sia bella dentro!
L’essenza di un luogo, come di una persona, è una scoperta che avviene in modo discreto e silenzioso. E’ questione di feeling; a volte basta un attimo, altre volte ci vuole più tempo.
La Val di Merse ha un carattere riservato e i viaggiatori si innamorano di lei perché sa essere ombrosa e solare allo stesso tempo. La sua intima purezza e l’integra solitudine in cui vive sono molto intriganti e rappresentano un invito esclusivo per chi viaggia sospinto da una discreta curiosità.
Nessuno rimarrà deluso perché la Val di Merse è bella dentro. E non solo; perché anche il suo aspetto esteriore brilla di luce propria: soffusa e delicata nel suo bosco, abbagliante nella cattedrale che urla silenziosamente verso il cielo.

Da scoprire
Abbazia di San GalganoSan Galgano
L’abbazia cistercense di San Galgano è l’icona più forte della Val di Merse. Storicamente e architettonicamente è uno degli edifici religiosi più importanti del senese e costituisce l’espressione più autorevole in Italia dello stile gotico-cistercense.

Antiquarium di Poggio Civitate
Il Museo Etrusco si trova nel borgo medievale di Murlo e si caratterizza per gli importanti reperti trovati nella zona di Poggio Civitate . La scoperta di questo luogo ha contribuito in maniera determinante ad una svolta nelle ricerche e negli studi sulla civiltà etrusca in quanto gli scavi hanno portato alla luce non un villaggio o una necropoli ma un palazzo signorile del VII secolo a.C. e un laboratorio artigianale.
Due sono le fasi costruttive degli edifici, orientalizzante e arcaica, databili tra il VII e il VI secolo a.C. Elementi architettonici come tegole e acroteri testimoniano che l’edificio orientalizzante (più antico rispetto a quello arcaico) era caratterizzato da un sistema completo di copertura del tetto. La scoperta del laboratorio artigianale testimonia che in questo luogo si produceva ceramica architettonica, vasellame e oggetti preziosi. Intorno al 600 a.C. le due strutture furono distrutte da un incendio per essere ricostruite nel 580 a.C.: la residenza fu interamente ricostruita con forma quadrangolare e caratterizzata all’interno da una grande corte con portici.
Tra i reperti si segnala una raccolta di ceramiche, alcune provenienti dalla Grecia: frammenti di piatti, anfore, brocche, coppe ioniche e laconiche; raffinate produzioni in ceramica di bucchero; e poi ancora sculture in avorio. Tra le decorazioni architettoniche spiccano acroteri a figura umana e animale. Gli scavi del complesso arcaico hanno restituito anche reperti metallici come piccoli oggetti personali in bronzo utilizzati per impreziosire l’abbigliamento o l’arredamento domestico, oppure utensili in ferro.
L’esposizione è completata con i corredi funebri delle tombe di Poggio Aguzzo (650 - 600 a.C.) tra cui spiccano ceramica particolarmente raffinata e buccheri di gran pregio.

Val di Merse a cavalloItinerari a cavallo
Spostarsi a cavallo in Val di Merse significa compiere un’esperienza preziosa, significa abbandonare i nostri ritmi usuali, ed entrare dentro i tempi e gli spazi dilatati del passato. Si viaggia nei territori del sogno.
Significa percorrere le colline ove i famosi falconieri a cavallo del grande Imperatore Federico II di Svevia scrutavano il cielo in cerca dell’airone e del germano reale, che ancora oggi popolano questo cielo insieme ad altri esemplari di avifauna come il nibbio e il biancone.
Qui a cavallo ci imbattiamo in castelli abbandonati in anse dimenticate del tempo, dai nomi evocativi come “ Castiglion che Dio Sol Sa “; in torri tenacemente abbarbicate a rupi e costoni, in romitori custoditi nel silenzioso scrigno del bosco fino all’ ultima svolta, regno di animali notturni e di leggende, di cui nel breve tempo del nosto transito siamo i signori assoluti, e nei borghi medioevali delle valli, come Brenna , Torri , Lestine , dove i passi degli zoccoli sul selciato delle strade risuonano nelle vie ora strette e solitarie, ora ampie, dai muri tinteggiati di rosa delle fattorie lorenesi come Montestigliano . Basta un’escursione a cavallo lungo i fiumi Farma e Merse o nei boschi della Montagnola per fuggire dai tempi della nostra quotidianità riscoprendo i tempi dell’Uomo.

Share:

Sistemazioni in zona

Mostra sistemazoni su google map


Tombolo Talasso Resort Poggio all'Agnello