• Agriturismo Niccolai San Gimignano - Siena
  • Agriturismo Cesani San Gimignano - Siena
  • Agriturismo La Lucciolaia San Gimignano - Siena
  • Bed Breakfast La Fornace di Racciano  San Gimignano - Siena
  • Palazzo Bandino Chianciano Terme Siena : benessere in Toscana

Abetone

Cuore di una zona riconosciuta come la più celebre stazione sciistica dell'appennino Tosco-emiliano, il Passo dell'Abetone con i suoi 1.388 mt. di altitudine, deve la sua fama alle alte cime che gli fanno da corona.

Abetone : Sciare all'AbetoneCuore di una zona riconosciuta come la più celebre stazione sciistica dell'appennino Tosco-emiliano, il Passo dell'Abetone con i suoi 1.388 mt. di altitudine, deve la sua fama alle alte cime che gli fanno da corona. Chi parte da Pistoia raggiungerà le Piramidi dell'Abetone dopo 50 km percorsi prima sulla statale 66,  poi sulla 12.
Una imponente foresta di conifere segna fin da subito il territorio del Comune, il cui interesse è  di carattere prevalentemente naturalistico e sportivo. Tuttavia meritano un cenno alcuni edifici legati alla storia del territorio e della via Modenese che lo attraversa: la Dogana e la Stazione di Posta, la Chiesa di San Leopoldo, le Piramidi. Durante la buona stagione Abetone, abbandonata la sua vocazione sciistica, in virtù delle numerose possibilità escursionistiche diviene luogo privilegiato per chi voglia vivere a contatto con il paesaggio, la flora e la fauna appenniniche. Se per una conoscenza approfondita dei sentieri è necessario fare riferimento alla cartografia del Club Alpino Italiano (CAI), qui ne suggeriamo alcuni di particolare interesse paesaggistico. Da Boscolungo, con circa due ore e mezzo di cammino, attraverso un percorso in forte pendenza ma assai suggestivo si raggiunge il monte Libro Aperto (1937 mt. s.l.m.), dal quale si gode un vastissimo panorama e da dove è possibile, dopo altre due ore, raggiungere il monte Cimone che, con i suoi 2.165 mt., è la più alta vetta dell'Appennino Tosco-Emiliano. Sempre da Boscolungo altri due percorsi di grande interesse raggiungono quote elevate: il primo, in tre ore, dopo aver oltrepassato le sorgenti del torrente Sestaione, conduce a Foce di Campolino (1.775 mt. s.l.m.); il secondo, detto variante dei laghi, adatto a chi disponga di un'intera giornata, tocca i suggestivi laghi di alta quota. Tra questi, il lago Piatto è situato nella Val di Luce, in un aspro paesaggio dominato dall'imponente architettura dell'Albergo Farinati. La Val di Luce, bene attrezzata per gli sport invernali, si può raggiungere agevolmente anche percorrendo la strada statale 12. Abetone, per offrire una migliore alternativa a lunghe ed impegnative escursioni, si è dotata di una fitta rete di facili passeggiate e, per coloro che vogliono conoscere approfonditamente la flora appenninica, anche di un Orto Botanico, cui fa capo uno dei cinque itinerari dell'Ecomuseo della Montagna Pistoiese. Durante la stagione invernale la frequentatissima stazione sciistica diviene meta privilegiata per gli appassionati della neve, che vi trovano piste di ogni grado di difficoltà e un paesaggio ampio, ove le cime brulle si alternano alle pendici boscose.

Il comune dell'Abetone, posto a 1388 metri s.l.m., è il centro dell'omonimo comprensorio turistico; L'Abetone è senza dubbio la meta turistica di montagna più famosa ed ambita della Toscana, sia d'inverno, grazie ai suoi 50 km di piste e ai molti impianti di risalita, che d'estate, in virtù dei numerosi sentieri che permettono lunghe passeggiate (trekking) in mezzo alla natura e a splendidi paesaggi che l'Abetone offre.
Piste e Impianti

Le piste dell'Abetone sono in grado di soddisfare in tutta sicurezza le esigenze sia dello sciatore più esigente che del principiante. Sono infatti presenti 22 piste facili, 12 piste medie, 2 piste difficili e un campo scuola in perfetto stato grazie all'innevamento ottimale ottenuto da 46 generatori di neve e a 9 battipista per la preparazione dei percorsi.
Sciare all'AbetoneSci alpino: 50 Km di piste
Sci nordico: 18 Km di piste

Abetone è un paese nato solo recentemente, in seguito alla costruzione della strada di collegamento fra la Toscana e il territorio estense, come stazione commerciale e di posta (1766-1779) perciò vi sono solo due monumenti di una qualche rilevanza artistica. si tratta delle Piramidi e della Chiesa di San Leopoldo. come sotto illustrate.

Le Piramidi furono, disegnate da Leonardo Ximenes ed erette sul confine fra il granducato di Toscana e il ducato di Modena, costituiscono il simbolo di uno dei più rilevanti lavori del periodo lorenese, la costruzione della Strada Regia Modenese: "Questa bella strada ... fu corredata di solidi e magnifici ponti, di colonnini migliari, di comode fabbriche per alberghi e per le poste de' cavalli" (E. Repetti, Dizionario geografico fisico storico della Toscana). Promotori dell'ardita strada furono il granduca di Toscana Pietro Leopoldo e il duca di Modena Francesco III, come ricordano le iscrizioni apposte sulle piramidi. Due monumentali strutture, il ponte sulla Lima , coronavano il grandioso lavoro. (notizie tratte dalle pagine dell'Istituto Museo della Scienza di Firenze). durante la costruzione della strada fu realizzato anche il ponte sul torrente Sestaione terminato tra il 1780 e il 1781. Il ponte sul Sestaione presentava due arcate ellittiche sostenute da spalle laterali e da un grande pilone centrale, la cui base poggiava sull'alveo del torrente. Distrutto durante la seconda guerra mondiale, fu ricostruito "dov'era" nel 1948 dall'architetto Alidamo Preti sulla base dei disegni di Leonardo Ximenes.
Abetone : La chiesa di San LeopoldoLa chiesa di San Leopoldo è posta all'ingresso in Abetone dalla parte di Pistoia, vicino alla bella fontana della Forestale. Fatta erigere dal vescovo Ricci sul finire del XVIII sec. in accordo con il Granduca Leopoldo I a motivo dell'apertura della strada "Modenese" che, valicando L'Appennino presso questa località, aveva dato origine a un'insediamento di servizio. La chiesa si presenta all'esterno con facciata estesa orizzontalmente, con portalino di accesso sul lato destro. Due finestre quadrangolari si aprono non simmetricamente sulla facciata. Il campanile a base quadrata si imposta, nella zona absidale.

Abetone : RISERVA BIOGENETICA DELL'ABETONE RISERVA NATURALE ORIENTATA DI CAMPOLINO
La riserva è stata istituita per proteggere alcuni popolamenti indigeni di Abetone rosso, che trova qui il proprio limite meridionale. Per il grande valore naturalistico la riserva è visibile solo con l'accompagnamento del personale del Corpo Forestale dello Stato. Nella riserva, oltre al già citato Abete rosso, si trova una grande varietà di fiori: dalla genziana purpurea al giglio rosso, ai gerani ed i garofanini. E' una zona ricca di mirtillo nero
Dal 21 luglio al 3 settembre ogni mercoledì ore 9.00 – Visite guidate alla Riserva Orientata di Campolino a cura del C.F.S. (Informazioni e prenotazioni presso ufficio APT tel. 0573 - 60231)
RISERVA BIOGENETICA DELL'ABETONE
Nelle varie località comprese nell'area della riserva si possono trovare imponenti esemplari di Abete bianco con circonferenze che superano i 4 metri. La riserva è stata istituita principalmente per salvaguardare il seme dell'Abete bianco, ma riveste nel suo complesso importanti funzioni paesistico-ambientali
RISERVA BIOGENETICA PIAN DEGLI ONTANI
Riserva Naturale biogenetica di "Pian degli Ontani": destinata alla produzione di semi e piantine di faggio. Questo bosco è considerato tra i più belli della Montagna Pistoiese:
Faggio (Fagus Silvatica L.): Alto fino a 30 metri, con tronco tondeggiante, chioma ampia e ramificata, corteccia liscia grigio chiara. Ha le foglie caduche, di color verde-scuro lucente nella pagina superiore e più chiaro in quella inferiore. Nella nostra zona si incontra fino a 1800 metri insieme all'abete bianco.
Ontano (Alnus glutinosa): Alto fino a 30 metri con tronco diritto e rami sottili ascendenti. Foglie caduche, alterne, rotonde, di colore verde scuro nella parte superiore e verde-azzurro in quella inferiore. La corteccia è bruno scura. Lo si trova nei luoghi umidi, sui pendii montani, sulle rive dei torrenti.
Betulla (Betula pendula): Alto fino a 25 metri con chioma ovoidale, leggera e rami molto lunghi. La corteccia è liscia, bianca e si stacca in placche orizzontali. Foglie sottili alterne e triangolari. Spontanea nelle radure e ai margini dei boschi di faggio e di castagno. Ha bisogno di molta luce e sopporta benissimo il freddo.

PARCO REGIONALE ALTO APPENNINO MODENESE
Notizie riprese da sito della Regione Emilia Romagna
Comprende tutto il crinale modenese, dal Parco Regionale dell'Alto Appennino Reggiano a quello bolognese del Corno alle Scale, con ambienti molto diversificati, e in qualche caso di grande valore naturalistico, che salgono da circa 500 m a oltre 2000 m di quota. Soprattutto dalle cime montuose, come il Monte Cimone (2165 m), la vetta piú alta di tutto l'Appennino settentrionale, si godono ampi panorami e si possono ammirare gli splendidi paesaggi circostanti, con valli solcate da numerosi ruscelli, fitti boschi di faggio e rimboschimenti di conifere, brughiere a mirtillo, radure erbose e limpidi specchi d'acqua. In particolare le praterie d'altitudine, le zone umide e gli affioramenti rocciosi ospitano molte raritá botaniche incluse nella flora spontanea protetta. Sul gruppo montuoso del Libro Aperto, ad esempio, si trovano genziane, aquilegie, sassifraghe e la stazione piú meridionale di rododendro, una specie tipica delle Alpi; nella delicata torbiera del Lago di Pratignano vive Drosera rotundifolia, una rara pianta insettivora. Tra i piú begli esempi di morfologie glaciali presenti un po' ovunque nella fascia sommitale, sono i circhi dei monti Giovo e Rondinaio, che custodiscono lembi di vegetazione di valletta nivale; sotto le ripide pareti arenacee di queste montagne si trovano alcuni bellissimi laghi, mete costanti di gite e escursioni: Lago Santo, Lago Baccio e i piccoli laghi Torbido e Turchino. Gli specchi d'acqua d'alta quota accolgono due anfibi di particolare interesse, tritone alpestre e rana temporaria, e nelle praterie sommitali sono presenti arvicola delle nevi e marmotta. Molto varia é l'avifauna con specie di media e alta montagna. Frequenti sono anche le testimonianze storiche dell'architettura montanara, come le cosiddette "capanne celtiche" a Doccia.

Abetone : RISERVA BIOGENETICA DELL'ABETONE Il Centro Visita Ca' Silvestro situato a un chilometro da Fiumalbo (dall bivio per Fiumalbo sulla ss 12, continuare ancora per circa 1Km e sulla sinistra c'è il centro, raggiungibile a piedi. Il riferimento è un piccolo piazzale di recente costruzione, con muri in pietra e ringhiere delle scale in legno) . Tale centro è in un fabbricato degli inizi del Novecento completamente ristrutturato. Si trattava di un nucleo abitativo completamente indipendente in quanto era fornito di un forno e di un pozzo autonomi. E' stato ristrutturato anche il metato, caratteristico edificio adibito all'essiccatura delle castagne, che ora ospita il punto informazioni e il punto vendita di pubblicazioni e gadgets del Parco.
La struttura è dotata di spazi esterni per la sosta dei visitatori, di una sala e spazi espositivi sul tema Terra e Fertilità, con mostre tematiche sulla fauna selvatica, la vita nel bosco e particolari aspetti della cultura locale (castagne, carbonaie, capanne celtiche).
Per informazioni e prenotazioni visite guidate:
Centro Visita Ca' Silvestro "Terra e Fertilità"
Via Selve - 41022 Fiumalbo (MO)
Tel. 0536/74052 - E-mail: casivestro@tiscalinet.it

PASSEGGIATE
Per coloro che amano passeggiare nell'ambiente naturale montano, Abetone offre diversi sentieri, alcuni dei quali percorribili anche in inverno, attraverso boschi e pascoli. E' possibile percorrere itinerari segnalati dal simbolo del C.A.I. e dal simbolo dell'Abetone Trekking, oltre a quelli del GEA (Grande Escursione Appenninica)

Val di Luce SPA Resort

Hotel a Abetone (Pistoia) 0 KM da Abetone
Val di Luce SPA Resort si propone come luogo ideale, immerso nella natura dell'alta montagna appenninica, per trascorrere una vacanza dedicata a se stessi in un contesto raffinato e dotato di tutti i confort.
» altre info

Agriturismo Corte Benedetto

Agriturismo a Capannori (Lucca) 12 KM da Abetone
L'Agriturismo Corte Benedetto immerso nel verde delle magnifiche colline lucchesi, vicino a Lucca e allo storico paese di Montecarlo
» altre info

Tenuta San Pietro Hotel & Restaurant

Hotel a Capannori (Lucca) 23 KM da Abetone
Tenuta San Pietro Luxury Hotel & Ristorante **** Superior, si trova nel cuore della Toscana, immerso nelle verdi colline lucchesi da dove domina dallalto la valle e la storica citt di Lucca.
» altre info

Villa Parri

Residenza d'epoca a Pistoia (Pistoia) 69 KM da Abetone
Villa Parri Residenza Villa Resort di Charme dotata di sei appartamenti suite e di due camere deluxe, dispone di una piscina panoramica e di unarea relax con idromassaggio e zona fitness, il tutto allinterno di un Parco Privato.
» altre info

Villa Giustiniani

Villa a Lucca (Lucca) 70 KM da Abetone
Villa Giustiniani una villa storica di charme in affitto a Lucca, circondata da un ampio giardino all'italiana e piscina privata.
» altre info
Poggio all'Agnello Resort Baratti - Costa degli Etruschi
CONDIVIDI: