Impruneta

Il territorio d'Impruneta coincide con il sistema di basse colline compreso tra il corso della Greve e quello del suo affluente Ema, che degrada dolcemente da sud verso nord, in direzione di Firenze.


ImprunetaIl territorio d'Impruneta coincide con il sistema di basse colline compreso tra il corso della Greve e quello del suo affluente Ema, che degrada dolcemente da sud verso nord, in direzione di Firenze.
La storia d'Impruneta, il cui nome deriva da "in pruinetis" o "in pinetis", risale all'epoca etrusca come testimoniano i reperti archeologici rinvenuti, legati, fra l'altro, alla presenza dal VI secolo a.C. di un luogo di culto.
In epoca medievale Impruneta acquistò un ruolo di rilievo assumendo la guida di una delle 72 leghe del contado fiorentino. All'inizio del XII secolo Firenze cominciò a contrastare il potere dei nobili del contado e in questo periodo fu rasa al suolo la rocca di Montebuoni, della famiglia dei Buondelmonti che dominava l'intera comunità imprunetina. La famiglia esercitò il patronato sulla Pieve di Santa Maria all'Impruneta, consacrata nel 1060 e divenuta celebre per il culto dell'Immagine della Vergine, oggetto di particolare venerazione da parte dei fiorentini.
L'antica arte del cotto è testimoniata nell'area fin dal Medioevo, facilitata dalla natura estremamente favorevole del terreno e dalla vicinanza di Firenze, dove la terracotta è stata utilizzata nel corso dei secoli sia come materiale da costruzione sia come componente ornamentale e dei manufatti d'arte. Un atto notarile stipulato all'Impruneta nel 1308 (stile fiorentino), testimonia la presenza di una corporazione di orciolai e mezzinai.
ImprunetaGià nel XIII secolo le campagne dell'Impruneta, come un po' tutti i dintorni di Firenze, conobbero la rapida espansione della proprietà cittadina, promossa all'inizio da antiche famiglie - Bardi, Scolari, Adimari, Gherardini, Acciaioli, Rossi, Quaratesi - e seguita poi dai ceti medi della città, mercanti, artigiani, gruppi professionali. I cittadini crearono, nel succedersi del tempo, unità fondiarie compatte (poderi), fornite della casa colonica e di una serie di infrastrutture, e organizzarono le loro terre ricorrendo al sistema della mezzadria poderale. Allora, come fino ai nostri giorni, prevaleva la coltura promiscua, che univa la coltura cerealicola - fondamentale - con piantagioni arboree (ulivi e alberi da frutto) e arbustive (la vite). Le colline si coprirono poi nei secoli di una fitta maglia di case da signore - ville e palazzi - costruite sulle terre di proprietà, non lontano dagli edifici colonici.
Da un punto di vista amministrativo, Impruneta, dopo il periodo medievale fu inglobata - nella podesteria e poi nella municipalità del Galluzzo. Nel 1929 fu costituito il Comune dell'Impruneta.
Durante l'ultima guerra mondiale, il paese subì un terribile bombardamento - luglio 1944 - che provocò perdite fra la popolazione civile ed ingenti danni all'abitato.
Nel territorio d'Impruneta la sapiente opera dell'uomo nel corso dei secoli, risalta in maniera immediata: è un contesto territoriale unico, formato da un intreccio singolare della collina toscana con la viabilità, gli edifici, le colture, e, per altro verso, le pinete, i boschi, le cave, le miniere. L'itinerario nasce dalla proposta di lettura di questo insieme di segni, con una serie di tappe dalle quali si possono osservare quadri paesaggistici e sistemi di beni di particolare valore evocativo.

Impruneta : Museo di Arte SacraEcomuseo dell'Impruneta
Il patrimonio culturale d'Impruneta, formatosi nel corso dei secoli, è ampiamente diffuso in un paesaggio straordinario, dai caratteri unici. Sono presenti sul territorio collezioni storiche e artistiche di grande valore, come quelle conservate nel Museo di Arte Sacra della Basilica o, con caratteri diversi, le opere in cotto presenti presso alcune antiche fornaci; per la nostra epoca si può segnalare ad esempio, l'archivio Maria Maltoni legato alla bella esperienza della Scuola di San Gersolè. Di questa ricchezza fanno parte inoltre l'antica tradizione dell'artigianato del cotto e il sapiente lavoro dedicato ai prodotti dell'agricoltura; merita ancora ricordare la rete della vita associativa che si manifesta in maniera vivace in più occasioni, dalla famosa Fiera di San Luca alla Festa dell'Uva.
Impruneta ha una posizione particolare, di cerniera, nell'ambito della provincia: per un verso confina con Firenze, città d'arte interessata da un grande flusso di visitatori, per l'altro, appare come la naturale porta di accesso alla vicina area del Chianti.
Il Comune d'Impruneta, partendo da questi elementi, è impegnato in una serie di iniziative per valorizzare la propria identità, i caratteri originali delle risorse, nel quadro di stretti rapporti con i territori circostanti; di queste iniziative fa parte il Progetto Integrato - aperto alla partecipazione di soggetti sociali, istituzioni culturali, imprenditori - che prevede la costituzione dell'Ecomuseo Terre d'Impruneta. All'associazione Parusia è stato affidato l'incarico di definire le caratteristiche e le linee del programma di questo organismo.
La scelta dell'ecomuseo appare appropriata per il patrimonio culturale ed ambientale presente e per il tipo di sviluppo locale che s'intende perseguire in maniera equilibrata, attenta alla eredità consegnata dalla storia e dalle tradizioni.
Il modello dell'ecomuseo si è affermato, com'è noto, in Francia nel corso degli anni '50 e vede oggi una consistente diffusione anche in Italia. La riflessione che si sta sviluppando nel nostro Paese, ripresa nel corso di recenti convegni, porta a sottolineare che l'ecomuseo si basa su "un patto con il quale una comunità s'impegna a prendersi cura di un territorio."
Le linee del modello sono semplici: comprendono, nella loro struttura, "insiemi di beni e luoghi" rappresentativi dei caratteri del territorio e l'individuazione di itinerari per la "conoscenza e fruizione" dei luoghi. Gli itinerari possono permettere uno sguardo generale sul territorio o essere specializzati per argomento. Punti informativi di area orientano il visitatore; il punto informativo dell'ecomuseo è il cuore della vita dell'istituzione, dove troviamo spazi per le funzioni informative, sale di esposizione permanente e temporanea, spazi per gli incontri e per la didattica, biblioteca e archivi.

Certosa GalluzzoCertosa di Galluzzo
Il complesso monumentale è situato sulla sommità di Monte Acuto, detto anche “Monte Santo”, un colle di forma conica situato nelle vicinanze dell’abitato del Galluzzo, paese a sud di Firenze.
«Il monastero […] s’innalza maestoso nella parte più elevata del colle, presentando dal lato di Firenze una alta e semicircolare cinta di mura sulla quale poggiano le isolate casette dei monaci; a levante appare l’antico e bruno palagio destinato già ad uso di collegio (questo palagio che all’esterno presenta due ordini di finestroni, apparisce all’interno incompiuto ed ha servito e serve tuttora ad uso di magazzino di legnami ed altro); da mezzogiorno è il prospetto della chiesa e da ponente è un alto fabbricato dove sono la foresteria, il quartiere priorale, ecc.» (Carocci, p. 99).
Il complesso monastico fu voluto da Niccolò Acciaioli (1310-1365), personaggio di spicco dell’ambiente politico ed economico trecentesco. Appartenente ad una delle famiglie di banchieri più ricche di Firenze, raggiunse l’apice del potere nel Regno di Napoli, presso la corte angioina. Qui fu nominato Gran Siniscalco del Regno e Viceré di Puglia, e controllò gli affari e la politica dello stato per lungo tempo.
Altre informazioni

Share:

Sistemazioni in zona

  • Marignolle relais & charme Hotel Firenze Florence Marignolle relais & charme
    Il relais di charme Marignolle, adagiato sulle colline di Firenze, è la soluzione ideale per chi desidera un luogo di eccellenza e di relax, per chi ama privacy e tranquillità senza rinunciare alle attenzioni e i servizi di un hotel di lusso.
    PRENOTA ONLINE
  • La Locanda Hotel Radda in Chianti Siena La Locanda
    Il Country Hotel La Locanda nasce dal recupero di un antico podere affacciato sul più bel paesaggio del Chianti Classico fra boschi, ulivi e vigne, a circa 3 chilometri dal bellissimo borgo medievale di Volpaia a Radda in Chianti.
    PRENOTA ONLINE
  • Agriturismo la Lucciolaia Farmhouse San Gimignano Siena Agriturismo la Lucciolaia
    In un suggestivo ed incontaminato paesaggio collinare, sulla sommità della collina, con vista mozzafiato sulle medioevali torri di San Gimignano, dal quale dista circa 7 Km, si erge L'Agriturismo La Lucciolaia.
    Richiedi disponibilità
  • Relais della Rovere Relais Colle Val D'Elsa Siena Relais della Rovere
    Relais Della Rovere è un'affascinante Hotel vicino Siena in una suggestiva location nata dalla ristrutturazione di un'antica abbazia benedettina e di una Villa Papale di epoca rinascimentale.
    PRENOTA ONLINE
  • Agriturismo Cesani Farmhouse San Gimignano Siena Agriturismo Cesani
    A metà strada tra Siena e Firenze, in una piccola frazione, Pancole, a 6 km dal centro di San Gimignano immersa tra vigneti e oliveti, è ubicata l'Azienda Agricola Biologica Cesani.
    Richiedi disponibilità
  • Agriturismo Villa il Palagetto Farmhouse San Gimignano Siena Agriturismo Villa il Palagetto
    Agriturismo Villa il Palagetto ubicato nelle immediate vicinanze del centro storico della medioevale San Gimignano, nel cuore della emozionante Toscana di collina.
    Richiedi disponibilità
  • B&B la Fornace di Racciano Bed Breakfast San Gimignano Siena B&B la Fornace di Racciano
    La Fornace di Racciano, delizioso Bed and Breakfast a 2 km dal centro storico della medioevale San Gimignano, e' situato in un autentico casale toscano, immerso in un grande giardino fiorito.
    Richiedi disponibilità
  • Agriturismo Casa Italia Farmhouse Lamporecchio Pistoia Agriturismo Casa Italia
    A poca distanza da Vinci, il paese che dette i natali al famoso artista, l'agriturismo Casa Italia vi aspetta per trascorrere le tua vacanza all'insegna del riposo, della natura e della cultura in questa splendida terra.
    Richiedi disponibilità
  • Agriturismo Marciano Farmhouse Siena Siena Agriturismo Marciano
    L'Agriturismo Marciano: un'opportunità unica, due vacanze in una. Soggiorno in campagna e vita in città. Marciano è situato a ridosso della cinta muraria della medioevale Siena.
    Richiedi disponibilità
  • Agriturismo La Valle Farmhouse Montaione Florence Agriturismo La Valle
    Nel cuore della Toscana, a meno di un chilometro dal centro del borgo medievale di Montaione, si trova l'agrituriso la Valle
    Richiedi disponibilità
  • Fignano Villa Montaione Florence Fignano
    Adagiato tra le verdeggianti colline della campagna toscana, a tre chilometri di distanza da Montaione, si trova la struttura turistica Fignano.
    Richiedi disponibilità
  • Cielsereno Farmhouse Casole D'Elsa Siena Cielsereno
    L'Agriturismo Cielsereno si trova a Casole d'Elsa nel centro della Toscana, nel cuore della campagna tra Siena e Firenze, un angolo di paradiso per coloro che amano la natura e il relax.
    PRENOTA ONLINE
  • I Monti Farmhouse Montieri Grosseto I Monti
    Ubicato a Montieri a 500 mt sul mare nel cuore delle Colline Metallifere l'agriturismo I Monti si trova al confine tra la provincia di Grosseto e Siena.
    PRENOTA ONLINE
  • Agriturismo San Ottaviano Farmhouse Monterotondo Marittimo Grosseto Agriturismo San Ottaviano
    Agriturismo San Ottaviano è un piccolo paradiso immerso nell'incantevole natura della Maremma, nel punto in cui si incontrano le provincie di Grosseto, Livorno e Pisa.
    Richiedi disponibilità
  • Agriturismo le Caggiole Farmhouse Montepulciano Siena Agriturismo le Caggiole
    A Montepulciano, in uno spicchio di terra immerso tra secolari lecci e querci , uliveti e vigneti , ecco il Podere Le Caggiole, antica dimora della Famiglia Martinelli e degli ospiti dell'Agriturismo.
    Richiedi disponibilità

Mostra sistemazoni su google map


Tombolo Talasso Resort Centro Benessere e Talassoterapia in Toscana Poggio all'Agnello resort mare Toscana Tombolo Talasso Resort mare Toscana Poggio all'Agnello