Uzzano

Uzzano è uno dei luoghi medievali più suggestivi della prima fascia collinare della Valdinievole.


UzzanoE' uno dei luoghi medievali più suggestivi della prima fascia collinare della Valdinievole. Il suo territorio si estende per 7,82 Km² sulle medie colline della valle, da cui domina la conca pianeggiante del torrente Pescia. Libero Comune, poi sede di podesteria, fu costituito in comunità nel 1775 e ha raggiunto l'attuale assetto nel 1963 con il distacco della frazione di Chiesina Uzzanese. Fin dai primi anni del XII secolo (ma il centro fortificato ha origini più antiche) si hanno notizie di Uzzano come Comune, sotto l'autorità di Lucca. Nel 1339 entrò a far parte dello Stato Fiorentino. Il castello è raggiungibile da Pescia e dalla frazione di S . Lucia; vi si accede attraverso la Porta delle Pille, già Porta Nuova.
Un tempo le porte erano tre: una vicino alla Chiesa, detta Porta Tassinaia, ora scomparsa. Sulla piazza principale, tutta in pietra, si erge il Palazzo del Capitano del Popolo; presenta monofore al primo e secondo piano, al piano terreno vasto loggiato sorretto da robusti pilastri. Salendo, a poca distanza raggiungiamo la Chiesa dedicata ai Santi Jacopo e Martino: a navata unica, ha una splendida facciata sormontata da un colonnato ed ornata da un rosone e da una lunetta in marmi bianchi e verdi di Prato ed è fiancheggiata da una elegante torre campanaria con bifore; all'interno diverse opere di rilievo: una scultura di S. Antonio Abate del 1500 di ambito robbiano, pitture cinquecentesche e del XVII sec.
Uzzano Dal piazzale antistante è possibile ammirare un magnifico panorama.
Le risorse economiche del passato erano basate su un'agricoltura ben sviluppata; si coltivavano: olivi e viti. Nel XVIII secolo si sviluppò anche la coltura dei gelsi per la preparazione della seta grezza. Ancora oggi le colline sono coltivate ad olivi. Nella pianura si è sviluppata la floricoltura. In campo industriale, sin dai tempi antichi, vi erano fornaci di laterizi e vetrerie alle quali si sono aggiunte in epoca moderna, officine metalmeccaniche, imprese che operano nel campo della carta, dell'abbigliamento e della gomma. Il suo stemma: la legna che arde sprigionando lingue di fuoco al naturale. Uzzano
Il fuoco, in araldica, è simbolo di ardimento e di generosità e costituirebbe, in questo caso, un riferimento all'ipotesi che vede il nome di Uzzano derivare dal latino "urere" , bruciare. Il riferimento al fuoco sembrerebbe confermato anche dal Boccaccio che fa riferimento ad Uzzano citando un piccolo vulcano in prossimità del Rio Furicaia.

Palazzo del Capitano
UzzanoIl Palazzo del Capitano rappresenta una importante testimonianza dell’architettura del secolo XIII, i primi documenti che lo citano sono dell’anno 1202. Quando gran parte della Valdinievole passò in potere ai Fiorentini, questi mandarono ad Uzzano un Podestà a capo del Consiglio ed un Capitano con dodici soldati a presidio della Rocca. Fu sede del Comune fino al 25.08.1773 quando fu trasferita a Pescia presso il Palazzo Magnani. Il Palazzo subì, in questo periodo, una trasformazione architettonica barocca, con la chiusura del loggiato, la costruzione di un balcone sul lato sud, la costruzione della scala di accesso all’interno del loggiato ed altri lavori che ne offuscarono l’originaria bellezza.
Fu riportato alle sue forme attuali con i restauri del 1934 che riguardarono soprattutto l’esterno dell’edificio, mentre non fu posta particolare cura agli interni dove si trovavano soltanto l’affresco ed il pilastro centrale.

Uzzano

Share:

Sistemazioni in zona

Mostra sistemazoni su google map


Poggio all'Agnello resort mare Toscana Tombolo Talasso Resort Centro Benessere e Talassoterapia in Toscana Poggio all'Agnello Tombolo Talasso Resort mare Toscana